Seleziona una pagina

Presentazione della seconda edizione di Smart Cityness
festival che dal 2 al 4 ottobre, all’Ex Vetreria di Pirri,
affronterà i temi della smart city
Tra i partecipanti l’ex Ministro alla Cultura, Massimo Bray
e numerosi ospiti internazionali da Cile, Grecia e Spagna

Si è svolta nella mattinata di oggi, martedì 29 settembre, nella sala delle riunioni della Direzione Ricerca e Territorio dell’Università degli Studi di Cagliari, la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione di Smart Cityness, il progetto dedicato ai temi dell’innovazione territoriale, della smart city e della collaborazione locale, ideato e realizzato dall’associazione Urban Center Cagliari che si svolgerà nelle giornate del 2-3-4 ottobre nei locali dell’Ex Vetreria di Pirri e nel parco antistante. Presenti alla presentazione il project manager dell’evento, Stefano Gregorini, presidente Urban Center Cagliari, la professoressa Annalisa Bonfiglio, prorettore all’Innovazione e Territorio dell’Università degli Studi di Cagliari, e Alice Soru presidente di Open Campus: Tiscali, partner della manifestazione.

L’edizione 2015 di Smart Cityness sarà sicuramente più articolata ed elaborata rispetto alla precedente, conservandone però lo spirito, ovvero creare e sviluppare una nuova forma di rete e collaborazione locale, proponendo una visione innovativa del concetto di città e di cittadinanza, come sottolineato da Stefano Gregorini che sostiene come Smart Cityness miri ad «ampliare il concetto di innovazione anche ad altri campi, uscendo dai classici temi per addetti ai lavori, ma capire che l’innovazione può riguardare diversi campi, come il mediterraneo, la cultura  o i rapporti tra città e campagna». Invitati a dare il contributo con le proprie esperienze all’interno delle conferenze pomeridiane, che si svolgeranno nel teatro dell’Ex Vetreria, ospiti del calibro dell’ex Ministro alla Cultura, Massimo Bray, il greco Konstantinos Verras, CEO di una delle più importanti aziende di software per enti locali della Grecia, il cileno Diego Cooper Hernandez, consulente internazionale in città, strategie sociali ICT e politica pubblica intelligente, o ancora Flavia Marzano, Presidente Stati Generali dell’Innovazione.

A questi momenti conferenziali si affiancheranno approfondimenti tematici dedicati a Territori innovativi, Sistemi locali Smart dall’Europa alla Sardegna, Open Taxation, e Sharing Economy con l’inserto curato da Open Campus: Tiscali, dal titolo Sharing Economy, la forza della condivisione che, come sostenuto da Alice Soru «proverà a portare a Cagliari l’esperienza della città di Bologna, con la presenza dell’assessore con delega all’Agenda Digitale e all’Innovazione della città bolognese, Matteo Lepore per un confronto con l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cagliari, Luigi Minerba».

Ruolo importantissimo all’interno di questa seconda edizione sarà quello dell’Università di Cagliari, soprattutto nel laboratorio ColLABora, curando con l’aiuto di tutor e dottorandi dell’Ateneo i tavoli di lavoro che avranno come oggetto l’ideazione di soluzioni e dispositivi smart da inserire nel parco dell’Ex Vetreria. La professoressa Bonfiglio, prorettore all’Innovazione e al Territorio dell’Università di Cagliari ha sottolineato come «l’Università creda con convinzione in questo progetto, anche per aprirsi maggiormente alla città non solo come istituzione d’alta formazione che mira a formare professionisti, ma che vuole formare cittadini intelligenti e una città migliore».

Questa seconda edizione di Smart Cityness si arricchirà della presenza di Workshop con momenti formativi di approfondimento per amministratori, tecnici e studenti della materia che tratteranno di economia, mobilità, manifattura digitale, i nuovi sistemi informativi territoriali e comunicazione.

Riconfermato anche l’expo che accoglierà circa 30 tra aziende, startup e realtà del territorio locale, e anche la mostra d’arte che coinvolgerà artisti locali e internazionali, chiamati a confrontarsi e dare una rappresentazione delle trasformazioni che giorno dopo giorno attraversano i nostri territori.

L’apertura della manifestazione è quindi prevista per venerdì 2 ottobre, alle ore 8.30 nel Teatro dell’Ex Vetreria, con i saluti istituzionali del Vicepresidente della Regione Sardegna e Assessore alla Programmazione bilancio, credito e assetto del territorio, Raffaele Paci, e la presentazione del Piano Energetico e Ambientale Regionale.