Seleziona una pagina

Sabato 22 e domenica 23 settembre 2018 la quinta edizione del festival dell’innovazione nei territori e della collaborazione locale. Al centro culturale Exma di Cagliari conferenze con esperti locali e internazionali, laboratori per grandi e bambini ma anche mostre d’arte, street art, esposizioni e musica.

È dedicata al tema delle ‘trasformazioni’ la quinta edizione del festival Smart Cityness. Le città del futuro, lo sviluppo dei territori, le nuove sfide del Mediterraneo, l’evoluzione nei trasporti, le opportunità che provengono dall’Europa ma anche le innovazioni nell’agricoltura e nell’arte. Ambiti diversi ma tutti in continua trasformazione che verranno presentati nella loro complessità durante il festival organizzato da Urban Center.

La due giorni dell’innovazione e della collaborazione locale quest’anno si terrà all’Exma di Cagliari dove troveranno spazio un’area conferenze, due spazi per i laboratori, due spazi per le mostre d’arte e due sezioni espositive con realtà virtuose da tutta la Sardegna.

Ad aprire le conferenze sabato mattina alle 10 il dibattito “La cooperazione nell’area euro-mediterranea – strumenti di finanziamento ed esperienze a confronto” al quale parteciperanno esperti dell’Università di Cagliari, parlamentari e ospiti internazionali. La sera spazio al Crs4 che presenterà il progetto “Tessuto digitale metropolitano” e al Ctm di Cagliari che parlerà delle innovazioni messe in campo nella mobilità urbana. Da non perdere anche la conferenza di Transparency International Italia che indagherà sul modo in cui in Sardegna vengono utilizzati i fondi europei.

Gli Open Data apriranno invece le conferenze della domenica: alle 10 GeoInfoLab farà il punto sull’informazione geografica per lo sviluppo dei territori. Alle 12 l’associazione Terre Colte e Italia che cambia presenteranno il progetto FoodCoop nato a Cagliari con lo scopo di “creare una cooperativa di comunità in grado di favorire e promuovere un nuovo e innovativo modello di economia, etica, solidale, di impronta ecologica”. La sera alle 18 è l’ora degli Oscar Green: la Coldiretti presenterà i migliori progetti innovativi premiati negli ultimi anni. Chiuderà le conferenze il dibattito “Arte e cultura per i territori”.

Durante il festival sarà possibile partecipare a laboratori tenuti da artisti, esperti artigiani, innovatori ed imprese. In tutto sono dodici: accanto a laboratori di tessitura, panificazione, monitoraggio civico, mappatura delle tipicità agroalimentari della Sardegna, ce ne saranno quattro dedicati ai bambini riguardanti la cultura del riuso, la lavorazione della farina, la piantumazione degli ortaggi e la vita in una fattoria. Ci sarà inoltre un laboratorio di collage aperto a tutti, un workshop di disegno e uno dedicato alla finanza solidale.

Anche quest’anno uno spazio importante di Smart Cityness sarà dedicato all’arte. Due le mostre principali in programma: ‘Trasformazione’, è un percorso tra arte pittorica e materica, figurativa e astratta che racchiude i lavori di quindici artisti provenienti da tutta la Sardegna. ‘Cinquanta Segnalibri’ è il titolo della mostra itinerante curata da Inward (Osservatorio sulla Creatività Urbana): un’esposizione collettiva realizzata da 25 street artist italiani. La terza mostra propone le principali fotografie che hanno partecipato al concorso promosso nel 2017 da Transparency International Italia che aveva come obiettivo la realizzazione di foto sul tema della trasparenza nell’utilizzo dei fondi europei nella città di Cagliari.